Ancora due anni!???

Come primo intervento per in nuovo anno, avevo pensato di pubblicare alcune riflessioni su come vengono affrontati gli argomenti che rientrano nella casistica del paranormale, ufologia compresa, però nonostante abbia già steso a grandi linee l’intervento, ho ritenuto più interessante affrontare un argomento che ritengo più complesso di quello che appare a prima vista, come si evince dal titolo, l’argomento in questione è l’ormai famosa data del 21 dicembre 2012.E’ indiscusso che l’hodiens che si è creato su questo tema è conseguente al battage pubblicitario di alcuni film, Segnali dal futuro e 2012, tra l’altro, quest’ultimo a quanto sembra avrà un seguito, non saprei quanto congruente con la pellicola precedente e comunque dai diversi format televisivi che hanno affrontato l’argomento in modo più o meno esaustivo cavalcando l’onda.
Qualunque sia il giudizio sulle pellicole e gli approfondimenti, l’interesse suscitato è forte, però ho la netta sensazione che le “modalità” di affrontare l’argomento abbiano un effetto per così dire “anestetizzante”.Mi spiego meglio, da un lato, facendo una considerazione di carattere generale, il trasporre in film un qualcosa di reale o di fantasia che sia, lo rende verosimile, di conseguenza il risultato è qualcosa che sostanzialmente è una manipolazione in cui si enfatizzano o attenuano aspetti allo scopo di orientare lo spettatore verso una prospettiva specifica; dall’altro lato, si rischia di banalizzare l’argomento specie se si tratta di un tema importante poiché, trasporre in un film qualcosa, inevitabilmente lo relega una questione ludica.

In relazione a quanto appena detto, e tornando allo specifico tema, la trasposizione di questo argomento in film ha in un certo senso “anestetizzato” l’opinione pubblica, la riprova sta nel fatto che dopo il grandissimo clamore dei film dopo le numerose trasmissioni TV che hanno affrontato il tema, nessuno, nessuno nemmeno il più critico o impertinente dei giornalisti si è mai preoccupato di interpellare il proprio governo ponendogli la domanda su cosa stesse o avesse approntato in una tale eventualità.

Diciamo che questo fatto conferma a mio avviso che nonostante la molteplicità e diversità di fonti antiche e moderne più o meno autorevoli, circa un evento più che eccezionale nessuno dica niente e per nessuno intendo nessuno dell’establishment; ora considerando l’ipotesi che vi siano piani segreti per salvare l’élite, è ovvio che l’establishment faccia in modo da sminuire la portata del “fatto”, ma sono convinto che questi ipotetici piani siano solo una delle tante sfumature di chi pascola nel prato del complottismo, in realtà credo che nessun governo abbia le risorse sufficienti per realizzare “arche della salvezza” per un periodo particolarmente lungo conseguente un evento di estinzione di massa (E.L.E.) se non altro per quanto riguarda le scorte alimentari ed energetiche.

Restando comunque nell’ipotesi, il numero dei “salvati” globalmente, si aggirerebbe tra i 3 e i 5 milioni di persone sparse tra i vari bunker che dovrebbero sopravvivere per x anni; facendo alcune considerazioni di carattere pratico, stabiliamo arbitrariamente che il fabbisogno alimentare medio giornaliero di sopravvivenza, ossia il mangiare e bere il minimo indispensabile per restare in salute, occupi un volume di circa 15/20 cm3, il volume complessivo per le sole scorte alimentari sarebbe esorbitante già per un bunker che preveda la permanenza per un anno di 1000 persone (54.750 m3), se a questo volume aggiungessimo quello relativo alle risorse energetiche per il riscaldamento, coltivazioni idroponiche ed allevamenti “in-door”, nonché circuiti di riciclaggio per aria ed acqua e le  rispettive volumetrie necessarie per gli impianti, lo spazio occupato aumenterebbe in modo impressionante.

Ora al di là delle risorse economiche necessarie alla realizzazione di tali strutture, qualcuno potrebbe notare un insolito via vai in quell’area o in quell’altra, qualcun altro riscontrare qualche anomalia amministrativa macroscopica e dirottamenti di fondi per progetti incongruenti e via discorrendo; insomma un progetto del genere che per quanto circoscritto possa essere richiede la collaborazione di un gran numero di persone e come è noto maggiore è il numero dei collaboratori e più alta la possibilità che uno o più persone violino il “segreto”, di conseguenza se vi fosse stato in passato o che sia in atto un tale progetto, se ne avrebbe avuto comunque testimonianza e documentazione incontrovertibile, in ogni caso, i fautori del grande complotto assumono che il così detto establishment sia un qualcosa di “strutturato” similmente alla famigerata Spectre, l’organizzazione segreta antagonista di tutti i servizi segreti e nemica di tutti i governi della saga di James Bond, io invece ritengo che si tratti semplicemente dell’idealizzazione di strutture governative e inter-governative che molto spesso ed in conseguenza della loro mastodonticità, siano miopi, incapaci di guardare oltre e estremamente limitate nell’agire prontamente, esempio lapalissiano è quanto accaduto nell’ormai storica tristemente data del 11 settembre 2001 e come i servizi di sicurezza statunitensi abbiano mostrato la loro vulnerabilità, cosa che tra l’altro si è ripetuta qualche settimana fa con il fortunatamente fallito attentato aereo da parte di un ragazzino; se questo è lo stato in cui versa il così detto establishment dell’ultima potenza militare mondiale, figuriamoci quello degli altri paesi che sono ad “anni luce” dagli Stati Uniti per professionalità e competenza.

Tornando alla fatidica data, nella eventualità dell’evento definitivo e risolutivo, mi domando e vi domando, dove volete che ci nasconda per evitare tale evento?
C’è forse un luogo sulla Terra al riparo dalla fine stessa del pianeta?
Per cui, che senso ha rintanarsi in tane più o meno grandi e fornite se poi si fa la fine del topo?

Personalmente nella ineluttabilità dell’evento preferirei “godermi” lo spettacolo restando all’aperto, possibilmente in un luogo dove vi sia una panoramica a 360 gradi, ma pensate l’unicità dello spettacolo, altro che schermi panoramici in 3D ed effetti dolby sourround; certo sarebbero le ultime cose che si vedrebbero, ma sarebbe certamente meglio che rimanere in trappola e fare la fine del sorcio.

Preferenze e ironia a parte, penso che l’unico posto al “riparo” da quello che potrebbe essere l’evento ultimo per il pianeta, sia lontano dal pianeta stesso, forse l’umanità o in questo caso, l’intellighenzia umana, ha nei secoli volutamente condotto l’umanità a questo punto, eppure di scoperte scientifiche che avrebbero permesso o quantomeno dato all’umanità  la possibilità di disporre di mezzi aerospaziali adeguati per trovare riparo altrove ce ne sono state molte, per citarne alcune, le più vicine al nostro periodo storico, dalle invenzioni di John Worrell Keely, quelle di Nikola Tesla, a Edward Leedskalnin e poi Viktor Schauberger, Thomas Townsend Brown, John Hutchison e sicuramente tanti altri inventori del fu blocco sovietico di cui non si sa nulla di nulla; sono certo che di scienziati in tempi più remoti che abbiano inventato o scoperto qualcosa di analogo ve ne siano diversi, non per questioni di carattere militare ma per motivi religiosi, ne siano state occultate le tracce e le opere, azzardo una eresia e faccio il nome di Leonardo Da Vinci, da quel che se ne sa fu il primo in assoluto ad interessarsi fattivamente al volo umano, probabilmente, se fosse stato sostenuto economicamente e politicamente vi sarebbe riuscito ed oggigiorno i fratelli Wright sarebbero ricordati per qualcosa d’altro.

Tralasciando i se ed i ma e dare una sfumatura religiosa, sarebbe poi giusto sottrarsi al Giudizio Universale predetto nella Bibbia o assumerebbe un sapore di arroganza e presunzione demoniaca il sottrarsi al dettato Divino?


[Fine stesura 18/01/2010]
Annunci

Informazioni su phoo34

Curioso, impertinente ed irriverente, prendere le cose di petto onde evitare malintesi; come per un buon vino, serietà ma con moderazione. Non uso più Skype/Messanger o similari per questioni di privacy!!! :-(
Questa voce è stata pubblicata in 2012 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento, sarà moderato prima della pubblicazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...