Necropoli di giganti in Rwanda

In una delle solite “crociere” nel web, non ricordo esattamente cosa stessi approfondendo, mi sono ritrovato sul sito della Pravda nella versione inglese, per la precisione nella sezione scientifica e in parte sorpreso del fatto che esistesse una versione internazionale del più importante e noto quotidiano russo se non altro per essere stato in passato l’organo d’informazione del regime sovietico, non ho potuto fare a meno di inserire il link tra preferiti, comunque qualche tempo dopo sono tornato sul sito e tra le notizie in evidenza c’era per l’appunto quella relativa al ritrovamento di un cimitero di giganti in Rwanda nei pressi di Kigali, di seguito parte dell’articolo tradotto, preciso che la traduzione è stata fatta dalla versione inglese e non da quella in russo.
L’articolo in questione è stato pubblicato in data del 23 giugno 2011 per la versione russa e il 24 per quella inglese.“Scoperto un cimitero di creature giganti in Africa centrale
Un team di antropologi ha scoperto una misteriosa necropoli nella giungla vicino a Kigali in Rwanda (Africa Centrale), i resti appartengono a creature gigantesche che somigliano ben poco all’uomo, il capo del team di antropologi ritiene che si possa trattare di visitatori di un altro mondo morti a seguito di un evento catastrofico, sempre secondo gli scienziati la sepoltura risalirebbe a circa cinquecento anni fa ed in un primo momento ipotizzavano anche la presenza di alcuni insediamenti e strutture ma non sono stati ritrovati ne tanto meno segni della presenza umana.
La necropoli è costituita da ben 40 fosse comuni, ognuna contenente i resti di 200 individui perfettamente conservati, le creature con una altezza intorno ai sette metri, il cranio particolarmente grande e sproporzionato rispetto il corpo non aveva ne naso ne bocca e occhi.
Il team di antropologi ritiene che le creature facessero parte di un equipaggio di una astronave aliena e a seguito dell’atterraggio sulla terra furono contaminati da un virus terreste a cui non erano immuni, tuttavia, non si sono trovate tracce ne dell’atterraggio dell’astronave ne i segni di un ipotetico crash.

L‘articolo proseguiva riferendo di altri analoghi ritrovamenti in altre parti del mondo che avevano analogie con quello presentato; ora come al solito non posso non interrogarmi sulla veridicità di questo specifico fatto, in prima istanza la cosa che mi lascia perplesso è che di questo team di antropologi non si sa assolutamente nulla, nomi e numero dei componenti, università da cui dipendeva il progetto di ricerca, fondazioni che hanno “sponsorizzato” la spedizione ne alla presunta data del rinvenimento.

Pur tenendo in considerazione che ci possa esser stata una operazione di coverup su tutta la faccenda, in funzione della tipologia del rinvenimento, resta il fatto che il ritrovamento di ben ottomila cadaveri di presunti alieni non sia avvallata nemmeno una singola immagine ne che ci sia un riferimento geografico più preciso della specifica zona.
Cercando di inquadrare meglio l’intera faccenda, si potrebbe immaginare che la spedizione avesse le qualità e le prerogative squisitamente di carattere militare, però a questo punto, quanto plausibile è che il Governo rwandese, avesse tra le sue priorità il recuperare dei cadaveri se pure “alieni”?

Considerando che questo tipo di spedizione avrebbe potuto portare alla luce fossi comuni che con gli alieni avrebbero ben poco a che fare e che l’eventuale ritrovamento avrebbe potuto fare da detonatore per una nuova drammatica faida tra le due etnie ritengo che l’assenso ad una tale spedizione sia davvero remota.
Comunque, immaginando che la spedizione fosse sotto egida militare, come appena accennato, difficilmente il governo avrebbe acconsentito a tale operazione, dunque questa sarebbe stata sotto le “insegne” di un’altra nazione e sempre in relazione a quanto detto, questa sarebbe stata inevitabilmente “clandestina” o come si direbbe in gergo “sotto copertura”.

Se l’eccezionale e strabiliante scoperta di una necropoli di giganti fosse confermata, certamente sarebbe un qualcosa di epocale, non tanto per il fatto che si tratti di esseri dalle dimensioni ragguardevoli ma per i numero di esseri rinvenuti in un unico posto; ritrovamenti di resti di esseri analoghi sono sparse un po in tutto il mondo ma si tratta quasi sempre del rinvenimento dei resti ossei di singoli esseri, in questo caso, stando a quanto riportato nell’avaro articolo, sembrerebbe che i resti siano in perfetto stato di conservazione, quindi si tratterebbe del ritrovamento di corpi veri e propri.

Un altro aspetto che mi lascia dubbioso è il fatto che questi esseri sarebbero sprovvisti di occhi, naso e bocca, non vorrei essere irriguardoso o scurrile, tralasciando il problema della vista, da dove mangiavano e respiravano questi esseri?
Certamente sarà oggetto di studio per criptozoologi, sempre che, un giorno almeno uno degli 8000 corpi sia disponibile agli scienziati; comunque sia, anche questa notizia anche se priva di conferme o di documentazione indica ancora una volta che qualcosa di diverso, moto diverso rispetto “l’omologazione umana” è qualcosa tutt’altro che una ipotesi, senza considerare il fatto che in tutte le culture e in molti testi sacri di religioni diverse ci sono innumerevoli riferimenti a questi esseri, oltremodo supportate da manufatti e strutture che testimoniano la presenza in epoche diverse di questi esseri speciali.


Fine stesura 4 luglio 2011

A coloro ch’è stata negata la sfolgorante luce della verità, al fine essa verrà rivelata e gioiranno in eterno perché emanata dal volto di Dio, ovunque si espanderà radiosa illuminando per sempre la Sua Opera nei secoli dei secoli.

Annunci

Informazioni su phoo34

Curioso, impertinente ed irriverente, prendere le cose di petto onde evitare malintesi; come per un buon vino, serietà ma con moderazione. Non uso più Skype/Messanger o similari per questioni di privacy!!! :-(
Questa voce è stata pubblicata in Civiltà scomparse, Giganti, Scienza di confine, Ufologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Necropoli di giganti in Rwanda

  1. leopardo ha detto:

    La pravda parlava di una statura di sette FEET e non sette metri. Il che corrisponde a circa 2 metri. Una statura abbastanza comune presso alcune tribú africane. Il vezzo di voi mezze tacche di raccontare regolarmente fandonie , pur di far notizia, fa proprio schifo. E adesso moderate pure, pagliacci.

    • phoo34 ha detto:

      Prima di rispondere al tuo post, vorrei fare alcune considerazioni di carattere generale su quanto emerge dalle poche righe del tuo commento circa la tua personalità; considerando l’orario del tuo post è evidente che non hai problemi nell’alzarti di buon mattino oppure non ne hai bisogno, comunque sia, buon per te, seconda osservazione, sembri essere una persona piuttosto puntigliosa, quindi associando questo aspetto con la scarsa considerazione che hai delle opinioni e forse anche del lavoro degli altri è molto probabile che le persone tendano ad allontanarti e se sono tue subalterne, bhé insulterei la tua intelligenza se non fossi conscio dello spessore dei rapporti che hai con colleghi e sottoposti, con tutto quello che ne consegue.
      Dal canto mio e contrariamente a quello che tu ti aspettassi, non censuro affatto nessun commento, al massimo mi permetto di omettere eventuali brani o termini particolarmente offensivi, questo non per pudicizia o indole bacchettona, ma perché sono conscio delle responsabilità che si hanno nel pubblicare un blog, ma sopratutto nel rendere pubblico quanto espresso dai commentatori, anonimi, come te o pubblici. (n.i.: un commentatore pubblico è colui che ha un gravatar, quindi riconducibile alla persona fisica reale )

      Veniamo al tuo commento, è possibile che abbia letto male, è anche possibile che abbia commesso un errore di dattilografia ed invece di digitare 2 ho scritto 7, comunque non ho timore a dire che le verifica sulla tua osservazione non ha dato frutto, questo perché ho perso il link dell’articolo della Pravda, probabilmente è da qualche parte su uno dei tanti backup, in ogni caso sono abbastanza sicuro di quanto ho letto e trascritto e seppure l’intervento risale al 5 luglio 2011, ossia più di un anno fa, è mia abitudine controllare e verificare in modo puntuale anche quello che è il contenuto di un’enciclica, quindi con un buon margine di sicurezza confermo la misura dei 7 metri riportata nel mio intervento.

      Per quanto riguarda le tue considerazioni, sul “voi”, non so a chi ti riferisci e non mi interessa nemmeno saperlo, tu ti sei rivolto a me e io rispondo per me e per nessun altro, quindi, se ho un vezzo è quello di portare in evidenza alcuni fatti e cercando di eviscerare una eventuale prospettiva di osservazione al di fuori degli schemi, se poi queste prospettive portano a conclusioni non condivise Urbi et Orbi, come si suol dire “il mondo è bello perché vario”, detto questo, le fandonie e sono sicuro che tu le abbia lette, le avrai lette da qualche altra parte quindi i tuoi protervi ed ingiurie “mi rimbalzano”.

      Caro leopardo, se hai un tuo punto di vista, una tua opinione, su qualunque cosa, confrontati con gli altri esponendola, ti posso assicurare che da questa pratica si ha molto da imparare, ma sopratutto permette di allargare i propri orizzonti.

Lascia un Commento, sarà moderato prima della pubblicazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...