Il terremoto nel Golfo della California ha attinenze con le anomalie geologiche di quell’area?

Mentre stavo rivedendo e correggendo il precedetene intervento sulle “insolite” strutture presenti sui fondali prospicienti il Golfo della California prima di pubblicarlo; un piccolo inciso, quanto sto scrivendo doveva essere l’intervento propedeutico al precedente, purtroppo per una disattenzione ho invertito le pubblicazioni, quindi sto rivedendo ed aggiornando questo per renderlo coerente e conseguente il precedente.

Fatto questo inciso, mentre stavo finendo di mettere a punto il precedente intervento e ricercando eventuali fatti attinenti con la specifica area; di attività particolari, dalle più disparate ed insolite attività marittime riscontrate nella zona, mi sono imbattuto in una agenzia stampa della Adnkrono del 12 aprile di quest’anno (2012) in cui, per l’appunto, si dava notizia di un terremoto nel Golfo della California, riportandone i dati forniti dall’U.S. Geological Survey che stimava la magnetudo del sisma a 7.1 gradi della scala Richter ad una profondità di 33 chilometri, localizzandone l’epicentro a 133 chilometri nord-est della cittadina messicana di Guerrero Negro, praticamente nello stretto tra la penisola californiana e l’isola Angel de la Guarda.

Mi chiedevo se le “strutture” potessero essere causa, se non in toto, data la particolarità geologica della zona, perlomeno di alcuni episodi sismici; ciò potrebbe indicare che quelli non sarebbero le antiche vestigia di una civiltà antidiluviana, ma di qualcosa che è in essere tutt’oggi e per quanto sconcertante sia, una non del tutto fantasiosa o improbabile realtà con cui dovremmo confrontarci.
Il fatto che il terremoto si sia verificato alle suddette coordinate, potrebbe essere un’astuzia “aliena” per nascondere eventuali sismi indotti dai lavori sotterranei con gli effetti e i riscontri di quelli naturali; in somma “nascondersi in piena vista”.

Un’altra cosa che mi sovviene rilevare, osservando l’immagine sopra è che la distanza dell’epicentro del sisma dalla cittadina di Guerrero Negro è assimilabile alla distanza tra la stessa cittadina e l’area in cui sono localizzate le “anomalie”; non è per fare dietrologia o sensazionalismo, ma potrebbe esserci stato un errore di trascrizione, un lapsus o forse una diversa inflessione del lessico, per cui il nord-est era in realtà il nord-ovest, dopotutto in inglese est e ovest differiscono per un w?

Concludendo questo, per certi versi raffazzonato intervento e mi scuso per l’errore cronologico di pubblicazione, sperando nella magnanimità e comprensione di chi ha la piacenza e pazienza nel seguirmi.


Fine stesura 16 luglio 2012

Annunci

Informazioni su phoo34

Curioso, impertinente ed irriverente, prendere le cose di petto onde evitare malintesi; come per un buon vino, serietà ma con moderazione. Non uso più Skype/Messanger o similari per questioni di privacy!!! :-(
Questa voce è stata pubblicata in Archeologia, Archeologia marina, Fenomeni geologici, Giganti, Scienza di confine, Scoperte in Google map e Google Earth, Teologia, Ufologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento, sarà moderato prima della pubblicazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...